Oroscopo d’autore [26] di Alessandro Morbidelli

Oroscopo_Tabucchi

OROSCOPO D’AUTORE
 (Antonio Tabucchi)

Un Oroscopo scritto con le parole di Antonio Tabucchi è un Tabuccoscopo.
Dedicato alla sviaggiatrice Viviana Gabrini.  

ARIETE: Un inglese che come voi scriveva libri disse che siamo tutti in una fogna ma che alcuni di noi guardano le stelle. Guardate la pendola, che ore sono? Vi sembrerà stupido, ma volete saperlo, è l’ultima cosa che volete sapere… comunque domani è un altro giorno, come si dice. Oggi, intanto, vi divertirete con i giochi dei bambini e con quelli degli adulti. Ma state comunque attenti alla lancetta dei minuti.

TORO: La vita non si racconta, la vita si vive, e mentre la vivi è già persa, è scappata. La vita non è in ordine alfabetico come credete voi. Appare… un po’ qua e un po’ là, come meglio crede, sono briciole, il problema è raccoglierle dopo. Se poi avete a cuore chi vi sta intorno, lasciate che molti vi aiutino a raccogliere questi carichi dispersi. Oppure costruite un sentiero che parta da ogni dove e arrivi comunque a voi.

GEMELLI: Se vi mettete a guardare nelle pieghe più nascoste della società, qualsiasi essa sia, scoprirete la pazzia. Ma quelli che hanno avuto il coraggio di farlo erano pazzi. Siete esausti. Vorreste preparate molte cose e parlare di svariati argomenti, ma siete davvero esausti. Dovreste prendere un giorno o due di riposo dalla quotidianità. Attraversare strade che passano nel verde, ad esempio, in rigorosa solitudine.

CANCRO: La filosofia sembra che si occupi solo della verità, ma forse dice solo fantasie, e la letteratura sembra che si occupi solo di fantasie, ma forse dice la verità. I giornalisti non sanno niente, come chi scrive non sa mai niente in questo paese. Dovete fare una critica: dell’uomo, dell’opera, di voi stessi. Non c’è mai troppo tempo tra un silenzio e una nuova frase. Altre volte invece basta ascoltare.

LEONE: Non c’è niente di cui vergognarsi a questo mondo, sostiene Pereira, se non si è rubato e se non si è disonorato il padre e la madre. Trovate la maggior parte delle persone troppo spigliate e petulanti. State vivendo un periodo in cui riflettere nell’ombra, in salutare silenzio, vi aiuta a osservare meglio la realtà, a entrare in sintonia con le persone e a capire i sentimenti nascosti di chi vi sta vicino. Assaporate il silenzio.

VERGINE: Sentite un’ondata di simpatia per quella città per la quale avevate provato, senza conoscerla, una certa diffidenza. Concludete che tutti siamo preda dei pregiudizi e che senza accorgervene avete mancato di dialettica. Sono ancora molte le persone che non saprete riconoscere da un primo sguardo. Eppure lo stupore, la liete sorpresa, sarà equivalente alla delusione. Vi conviene scommettere in anticipo?

BILANCIA: A volte quello che sta sul cocuzzolo e sembra sorretto da tutto il mucchietto, è proprio lui che tiene insieme tutti gli altri, perché quel mucchietto non ubbidisce alle leggi della fisica. A volte quello che sta sul cocuzzolo gode di una vista privilegiata. Pertanto cercate di salire dal basso verso l’alto, sia questa salita un’elevazione dei sentimenti, sia uno slancio verso dei principi più solidi.

SCORPIONE: Con il lume acceso basso basso, dite voi, i fantasmi dei vostri morti non hanno il coraggio di visitarvi e vi lasciano dormire in pace. Dormire è un problema solo quando vi assale la paura di perdere l’equilibrio. Magari perché una mano ostile vi sbilancia sul trapezio della vita. Cercate di mettere in chiaro le cose e se proprio questi sonni vivono di sogni che vi siete dipinti, un colpo di spugna e un sorso di bitter e andrà meglio.

SAGITTARIO: Avete l’aria di una perduta nobiltà: la miseria vi si legge tutta nel volto e nella camicia sbrindellata sul petto. Cercate di conservare la vostra tranquillità. Loro vogliono fregarvi, ma alla fine voi fregherete loro. Non sarà difficile, vi basterà tessere le loro lodi e poi, quando saranno al centro esatto della tensione, sbrogliare la matassa di fili. Dedicate una canzone prendendo un disco a caso, a occhi chiusi, in un negozio in estate.

CAPRICORNO: Sentite una grande nostalgia, di cosa non sapreste dirlo, ma è una grande nostalgia di una vita passata e di una vita futura, sostiene Pereira. Hanno esaudito i vostri desideri, quando chiedevate di essere dimenticati. La vostra critica è feroce, lo ammettete a voi stessi, eppure vi è andata di gran lusso, uno sforzo misero e la compiaciuta parte della ragione che vi è stata lasciata senza troppe congetture, senza nessun rimpianto.

ACQUARIO: Cercate a tutti i costi di essere inferiori a voi stessi, non dobbiamo mai essere inferiori a noi stessi. La vita si scopre a occhio nudo, né troppo lontana né troppo vicina, ad altezza d’uomo. Una magnifica giornata d’estate, soleggiata e ventilata, e Lisbona sfavilla. Partite per un viaggio, anche di pochi passi, con una bevanda fresca in bottiglia e scarpe comode. Potreste incontrare qualcuno con una verità in tasca. Frugate.

PESCI: Come può essere presente la notte. Fatta solo di se stessa, è assoluta, ogni spazio è suo, si impone di sola presenza, della stessa presenza del fantasma che sai che è lì di fronte a te ma è dappertutto, anche alle tue spalle, e se ti rifugi in un piccolo luogo di luce di esso sei prigioniero perché intorno, come un mare che circonda il tuo piccolo faro, c’è l’invalicabile presenza della notte.

© Alessandro Morbidelli, 2016

Leave a Reply