Non volevo morire vergine – Il reading

“Niente dovrebbe restare vergine. Nessuna vita, nessuna pagina bianca, nessun pensiero, nessun luogo. Forse qualche isola immaginaria per poter far rinascere le nostre emozioni e amarle e riamarle.
Niente dovrebbe restare immacolato, neanche la neve, sulla quale le tracce di animali, foglie cadute, passi di uomini e donne, raccontano della vita. Niente dovrebbe restare vergine, né il corpo né la mente, che racchiudono in sé la traboccante vitalità di ciò che siamo.”
B.G.

Da “Non volevo morire vergine” (Piemme)

Domani al Teatro Litta (Milano), sala La Cavallerizza – ore 18.00
Reading musicale tratto da
Non volevo morire vergine
voce narrante Barbara Garlaschelli
fisarmonica, canto e strumenti vari Stefania Carcupino
E venerdì 19 maggio, ore 18.00 a Parma, Bookstore Mondadori Ghiaia, Piazza Ghiaia 14/A
In entrambi i casi gli ingressi sono liberi e gratuiti.

manifesto creato da Raffaele Rutigliano

Leave a Reply