Le Geatitudini [3] di Gea Polonio

Bruyére

Se avessi soldi pianterei le eriche
Filari interi, da riempirne i vasi
Appesi alla ringhiera del balcone.
Semprerosa e verde, macchie di colore
Sfumate nella nebbia bianco latte
Della mia brughiera immaginaria.
Ne coglierei un filo sottile
Citando mentalmente Apollinaire.
Lo conosco l’odore del tempo
Sa di umido e terra e di addii.
Di inverno dentro anche in pieno agosto
Di giorni d’autunno sospesi
Di erica selvatica e nebbia
Nella quale guardo il mondo sparire.

© Gea Polonio

Leave a Reply