La posta del pancreas [27] di Viviana Gabrini

 

LA POSTA DEL PANCREAS: DILLO A VIV!
(Lost-in-Transition)

Cara Viv, help!

Ti ricordi di me? Ti scrissi qualche tempo fa in quanto, stanca del decoupage, mi ero messa a frequentare lezioni individuali di Kamasutra applicato alle teorie occidentali di base e durante una di queste lezioni l’insegnante aveva dimenticato in loco il preservativo, obbligandomi a ricorrere all’intervento del Pronto Soccorso.
Ordunque, dopo qualche giorno, l’ASL mi aveva avvertita con un SMS che il referto del Pronto Soccorso era stato inserito nel mio fascicolo elettronico a cui hanno accesso non solo il mio Medico di Famiglia (e sarebbe già sufficiente!) ma anche tutti gli specialisti, presenti e futuri, che mi esamineranno.
Orrore e raccapriccio!
Beh, quel che temevo è accaduto: torno ora da una visita dal Medico di Base.
Sarà un caso che sia passato da un formale Lei a un più colloquiale Tu dopo aver consultato il mio fascicolo per dieci interminabili minuti?
Io non credo!
Cosa ne penseresti se abbandonassi il Kamasutra applicato bla-bla per un più pratico ripasso di Anatomia comparata?

Tua, studiosa

Lost-in-Transition


Cara Lost-in-Transition, come potrei dimenticare l’unica donna ch’io conosca che è riuscita, suo malgrado, a trasformare la propria patata in un comodo cofanetto porta oggetti?
Non potrei. E infatti non ti ho scordata.
La domanda è pertinente, ma hai scordato di dirmi una cosa: com’è il tuo medico di base?
Se rientra nella categoria “nemmeno alla mia peggior nemica” tieniti sul vago, spera che il suo sia stato solo un momento di curiosità scientifica e, alla peggio, cambia medico passando armi e bagagli ad una figura professionale femmina.
Nel caso in cui invece il dottore fosse piacente e financo sdraiabile, suggerirei di intavolare con lui una discussione sulle curiose dinamiche che possono aver portato non tanto allo sfilamento del preservativo quanto alla cementificazione dello stesso lungo le tue pareti vestibolari, non dimenticando di sollecitare una dimostrazione pratica che si inserisce nel filone del “mostra e dimostra”.
Apprezzabile, in ogni caso, la tua sete di sapere che ti fa svicolare con impegno ed entusiasmo dagli studi di Kamasutra a quelli di anatomia. Continua così: le branche dello scibile umano sono infinite!

A presto e tienici aggiornati sull’evoluzione dei tuoi studi.

Viv

© Viviana Gabrini, 2018

Leave a Reply