La posta del pancreas [16] di Viviana Gabrini

LA POSTA DEL PANCREAS: DILLO A VIV!
(Moglie Sconfortata)

Cara Viv,

mio marito è uno stronzo egoista. Stiamo insieme da 20 anni e per 20 anni mi sono sentita raccontare delle sue fantasie omosessuali. Ultimamente questa sua esigenza è riaffiorata con prepotenza e ne abbiamo parlato con tranquillità. Io, che pur sono gelosa delle altre donne, non riesco ad esserla verso un uomo e così gli ho posto un’unica condizione ossia che organizzasse le sue eventuali scopate omosessuali in mia assenza. Considera che sono fuori casa per almeno due giorni a settimana per 12 ore consecutive, almeno un fine settimana al mese e il mese prossimo per otto giorni.

E lui che cosa fa? Mi molla a casa da sola senza preavviso il sabato sera adducendo scuse assurde.

Sospettando che mi stesse raccontando balle, quella sera gli ho chiesto che mi mandasse foto che provassero che era in compagnia dei colleghi e lui per tutta risposta ha spento il telefono, salvo, la mattina dopo, ritrovarmi sul cellulare foto molto esplicite della serata trascorsa con un suo amichetto.

Che poi, fosse solo sesso. Io conosco bene mio marito, è un sentimentale e non vorrei che finisse per innamorarsi di un altro.

Bell’uomo di merda che ho sposato.

O no?

Moglie Sconfortata

________________________________________________________________________

Mia cara Moglie Sconfortata, ci sono molte cose che puoi fare per migliorare la tua situazione matrimoniale e il tuo umore: ricambiare il corno a tuo marito, ricambiare il corno a tuo marito e fargli trovare i suoi abiti nel cassonetto dell’immondizia più vicino a casa ma soprattutto ricambiare il corno a tuo marito e spedirlo a vivere con il suo nuovo turbamento erotico.

Si amano alla follia? Desiderano consumarsi in ore e ore di acrobazie erotiche? E sia! Chi sei tu per impedire che la passione bruci e divampi?

Che bruci e divampi pure ma a casa dell’altro. Così, tra una sessione di letto e un fremito di passione, potranno inserire giochetti nuovi come “butta tu l’immondizia io l’ho fatto ieri”, “paga tu la bolletta del telefono che a me è toccata la luce”, “questo fine settimana arriva mia madre” e l’intramontabile “e adesso come ci arriviamo a fine mese?”.

E poi, visto che tuo marito ama condividere le sue prodezze amorose via mms, tienilo aggiornato sulle tue nuove conquiste e ricorda la regoletta di base: mai meno di 20 (centimetri), mai più di 35 (anni).

Sorridi, mia cara. Morta una passione ventennale, ce ne si fa subito un’altra. Alla settimana.

Un abbraccio e tienimi aggiornata

Viv

©Viviana Gabrini, 2018

 

Leave a Reply