Hangover [7] di Roberta Lepri

© foto estratta da Pinterest

IO E TE DA SOLI

Lei gli porse un bicchiere di vino e lui non lo rifiutò. Allungò la mano attraverso il tavolo e ne bevve un piccolo sorso. La gola gli bruciava e si sentiva già stordito. Lei sorrideva. Non facciamo niente di male: lo disse versandosi a sua volta il Rosso di Montalcino. Avevano molta paura di venire scoperti ma c’era qualcosa che andava oltre, ed era il desiderio di sperimentare cose nuove, finalmente soli. Perciò avevano preso la bottiglia di vino. Lui disse che ne voleva ancora. Lei mise la propria mano sulla sua e lo aiutò a versare. Poi gli andò alle spalle e lo abbracciò, sussurrando qualcosa con voce strascicata. Lui capi una frase che poteva essere ti voglio bene e d’istinto rispose “anche io”. Allora lei si stese sul tappeto, lui la raggiunse con le gambe un po’ tremanti. Si abbracciarono, addormentandosi di colpo.
Quando l’uomo arrivò li vide subito. Guardò la bottiglia di vino sul piccolo tavolo e scosse la testa. Ladri. Si avvicinò alla branda, vide i loro volti arrossati e sereni, uscì chiudendo piano la porta. Quando la figlia lo chiamò per cena, chiedendo dove fossero i gemelli, sorridendo lui rispose lasciali stare, sei sempre a controllarli. Sono in cameretta. Dormono.

© Roberta Lepri, 2017

Leave a Reply