Giorni [6] di Letizia Dimartino

© ph. Alessio___[°Ô]

Il viaggio la Giulietta celeste autogrill nuovi pavimenti lucidi auto che scorrono nastri di strade paesi sul mare acqua verde schiuma sulle rocce prati nel silenzio clacson rochi il sonno sul sedile campanili stretti chiese addossate ai muri cori nel buio ristoranti su terrazzi grida sulla spiaggia giardini nelle sere il sonno sui tavoli forte vento che scioglie gelati nei bicchieri la fronte che batte il dolore alle gambe il diario da scrivere lo scialle sulle braccia fredde camicie sbottonate sudore nascosto le grida del padre la nausea alle curve la paura al sorpasso la calma dei paesi le corse e la fine in una estate in tutte le estati in quelle che finiscono in quelle dentro. La fine.

Il cappotto rosso il vestito nero la gonna bianca la camicia turchese le scarpe bordeaux la borsa verde il pantalone grigio lo smalto fucsia il rossetto rosa il pallido del viso l’ azzurro di Chagall ombrelli a spicchi giornate gialle lo scirocco arancione ginestre e lavande sotto il mio balcone la rabbia blu come la paura gli occhi azzurri del gatto il profumo ambrato il miele del miele lacrime e ghiaccio il perla delle guance il viola delle palpebre il lilla delle
occhiaie l’argento dei capelli il celeste dell’iride l’ardesia dei giorni bui. Tutto in ordine. La pagina che attende. Il dopo che non ha un colore. Il dopo.

© Letizia Dimartino, 2017

Leave a Reply