Today: Monday, August 21, 2017

Storie in minigonna Archive

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [11] di Anna Martinenghi

  MAKE me UP Mi è sempre piaciuto questo lavoro. Più che un lavoro, una passione, fin da piccola. Quel poco di rossetto e...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [10] di Anna Martinenghi

Il lupo non conta le pecore Correre mi sistema i pensieri. All’inizio è dura: l’asfalto è pesante, il mio corpo è pesante, duro, ingolfato...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [9] di Anna Martinenghi

Impostazioni Mariangela Guarneri non ha la patente, dice che non le serve. Ha un materasso nuovo, di quelli con la memoria, dove dorme sola,...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [8] di Anna Martinenghi

 Polsi sottili La ragazza srotolò la canna con difficoltà, i polsi le dolevano, quello sinistro sanguinava. La mano sul rubinetto rianimò il serpente verde;...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [7] di Anna Martinenghi

Stavolta il nemico era dentro. Forte, potente, imprevedibile. Carne della sua carne, ossa delle sue ossa. Con gli occhi spalancati nel nero della notte,...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [6] di Anna Martinenghi

Sulla panchina Ho sempre avuto problemi con la destra e la sinistra e non solo da bambino. Anche ora, molto più che adulto, mi...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [5] di Anna Martinenghi

Solo un momento al tramonto  Il sole al tramonto, la primavera è un inizio d’estate. La luce radente costruisce la scultura di un attimo:...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [4] di Anna Martinenghi

Zero negativo Non ti ucciderò. Non prima che tu abbia portato a termine ciò che voglio. Ho aspettato questo momento per venticinque anni e...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [3] di Anna Martinenghi

Seconda classe L’uomo aveva una biro. La biro era blu. L’uomo con la biro blu era seduto. Di fronte all’uomo stava una donna. La...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [2] di Anna Martinenghi

PENSIERO STUPENDO (…si potrebbe trattare di bisogno d’amore) Sono una qualunque: ho un aspetto insignificante e di solito passo inosservata, non mi faccio nemmeno...

Storie in minigonna (racconti brevi che lasciano le gambe scoperte) [1] di Anna Martinenghi

La donna seduta La stanza è buia ormai; forse la lampada si è spenta o il sole è tramontato fuori dalla finestra aperta. Con...